Contributi a fondo perduto per l’efficientameto delle imprese Toscane

incentivi toscanaDomande entro febbraio 2016, finanziabili gli interventi che prevedano una quota di risparmio energetico almeno del 10%

 
La Regione Toscana interviene a sostegno delle aziende, in particolare quelle colpite dalle calamità naturali del luglio 2015, per cui è stato dichiarato lo stato di emergenza e che intendano fare investimenti per l’efficientamento energetico.

La Regione finanzierà con fondi europei un bando da 3 milioni di euro per progetti volti a rendere più efficienti dal punto di vista del risparmio di energia gli immobili sedi di attività economica.

Il bando sarà diviso in due graduatorie,

  • una per l’erogazione di 1 milione e 900mila euro destinati alle imprese danneggiate dalle calamità.
  • Un’altra, da 1 milione e 100mila per i progetti di tutte le altre imprese.

Potranno fare richiesta micro, piccole, medie e grandi imprese che rientrino nei raggruppamenti di industria, artigianato, cooperazione, turismo, commercio e cultura.

Ciascuna impresa potrà presentare al massimo tre domande.

Non saranno ammessi interventi che comportano spese ammissibili inferiori a 20mila euro.

La percentuale di contributo concesso rispetto al costo ammissibile del progetto sarà

  • del 40% per le micro e piccole imprese,
  • del 30% per le medie imprese e del 20% per le grandi.
certificati bianchiGli interventi finanziabili

Gli interventi per i quali è possibile richiedere un finanziamento dovranno prevedere una quota di risparmio almeno del 10%, potranno interessare le seguenti tipologie:

  • isolamento termico di strutture orizzontali e verticali *
  • sostituzione di serramenti e infissi *
  • sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza *
  • sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, integrati o meno nel sistema di riscaldamento dell’immobile *
  • sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione e la climatizzazione interna
  • sistemi di climatizzazione passiva
  • impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento
  • A completamento degli interventi precedenti potranno essere attivabili anche interventi per la produzione di energia termica da fonti energetiche rinnovabili quali solare, aerotermica, geotermica, idrotermica senza eccedere i limiti dell’autoconsumo *

E’ molto importante ricordare

che, come per quanto riguarda la Detraibilità Fiscale degli interventi per il risparmio termico (evidenziati nell’elenco con l’asterisco *), il contributo è cumulabile con il normale ammortamento contabile degli investimenti aziendali; comportando, di fatto, la possibilità di ottenere un doppio vantaggio fiscale sullo stesso investimento!

  • Il bando sarà pubblicato entro dicembre 2015.
  • Si potranno presentare domande entro febbraio 2016.
  • La graduatoria delle domande ammesse sarà approvata entro maggio 2016.

Se questo articolo ti ha interessato iscriviti al nostro sito (in alto a destra all’interno dell’articolo) per ricevere automaticamente ogni nostra pubblicazione; ti verrà richiesto solamente il tuo indirizzo e-mail!


BuildEnergyCristiano Venturi
Build Energy

c.venturi.buildenergygroup@gmail.com

 


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...