Le agevolazioni 2017 per l’Efficientamento Energetico nelle PMI. E la cumulabilità tra alcune di loro!

CON LA LEGGE DI BILANCIO 2017 APPROVATO L’IPER AMMORTAMENTO 250%, PROPOROGATO IL SUPER AMMORTAMENTO 140% E MIGLIORATO IL CREDITO D’IMPOSTA PER LA RICERCA E SVILUPPO. PROPORGATA ANCHE LA LEGGE SABATINI

 

Un 2017 davvero straordinario dal punto di vista delle agevolazioni per gli investimenti delle PMI.
Agevolazioni in alcuni casi cumulabili tra di loro!
Ecco di seguito lo schema riassuntivo delle agevolazioni più rilevanti, valide anche per gli interventi di Efficientamento Energetico.

– IPER AMMORTAMENTO 250%
L’iper ammortamento al 250% è una delle più importanti novità del nuovo piano Industria 4.0”.

Con questa misura vengono fortemente incentivate le imprese che investono in tecnologie rivolte alla trasformazione digitale delle aziende.

L’agevolazione prevede l’incremento del 150% del valore dei beni strumentali da portare in ammortamento, riducendo così la base imponibile per IRES e IRPEF.

monitoraggioBENEFICIARI

  • Tutti i titolari di reddito di impresa
  • Anche gli enti non commerciali per l’attività commerciale eventualmente esercitata
  • Per gli esercenti di arti e professioni anche in forma associata
  • Esercenti di arti e professioni che applicano il regime dei minimi o il regime di vantaggio

AGEVOLAZIONE ED INVESTIMENTI AMMESSI

  • 250% per beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori
  • 250% per sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità (es.sistemi di misura, sistemi di monitoraggio, sistemi per l’ispezione)
  • 250% per dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza (es. postazioni adattative, sistemi di movimentazione agevolata, dispositivi wearable, interfacce uomo macchina intelligenti)
  • 140% per software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni connessi ad investimenti in beni materiali “industria 4.0”

A titolo di esempio, possiamo trovare:
Monitoraggio ed analisi energetica Build Energy – qui link alla web page
Efficientamento gestione computers Build Energy – qui link alla web page

CUMULABILITA
Il costo del bene agevolabile è assunto al netto di eventuali contributi in conto impianti

SCADENZE

  • Investimenti effettuati fino al 31 dicembre 2017
  • oppure sino al 30 giugno 2018, a condizione che detti investimenti si riferiscano a ordini accettati dal fornitore entro la data del 31 dicembre 2017 e che, entro la medesima data, sia anche avvenuto il pagamento di acconti in misura non inferiore al 20%.

NOTE
Per poter accedere a questa agevolazione è necessaria una perizia tecnica giurata attestante che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi di cui ai predetti allegati ed è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

Per gli acquisti di costo unitario inferiore o uguale a 500.000 euro è sufficiente una dichiarazione del legale rappresentante resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.
Anche in questo, vista la responsabilità penale della dichiarazione, appare quanto mai opportuno munirsi della perizia tecnica.

– SUPER AMMORTAMENTO 140%
Il super ammortamento del 140%, già operativo nel 2016, è stato esteso a tutto il 2017 con la finanziaria approvata a Dicembre 2016.

L’agevolazione prevede l’incremento del 40% del valore dei beni strumentali da portare in ammortamento, riducendo di conseguenza la base imponibile per IRES e IRPEF.

pompa di caloreBENEFICIARI

  • Tutti i titolari di reddito di impresa
  • Anche gli enti non commerciali per l’attività commerciale eventualmente esercitata
  • Per gli esercenti di arti e professioni anche in forma associata
  • Esercenti di arti e professioni che applicano il regime dei minimi o il regime di vantaggio

INVESTIMENTI AMMESSI
Sono ammissibili al super ammortamento gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi (l’agevolazione vale anche per i beni acqusiti in leasing attraverso l’aumento “fiscale” dei canoni di locazione).

A titolo di esempio, possiamo trovare:
Impianti fotovoltaici – qui link alla web page
Pompe di calore – qui link alla web page

CUMULABILITA
Il costo del bene agevolabile è assunto al netto di eventuali contributi in conto impianti

SCADENZE

  • Investimenti effettuati fino al 31 dicembre 2017
  • oppure sino al 30 giugno 2018, a condizione che detti investimenti si riferiscano a ordini accettati dal fornitore entro la data del 31 dicembre 2017 e che, entro la medesima data, sia
    anche avvenuto il pagamento di acconti in misura non inferiore al 20%.

ESCLUSIONI
Sono esclusi da super ammortamento

  • Beni immateriali
  • Beni merce o semilavorati
  • Materiali di consumo
  • Beni strumentali con coefficiente di ammortamento inferiore al 6,5% (tabella coefficienti ammortamento)
  • Fabbricati e costruzioni
  • Beni indicati nell’allegato 3

– BONUS RICERCA E SVILUPPO
E’ operativa a partire dalle spese sostenute nel corso del 2015 e fino 2020 (esteso con la Finanziaria 2017) la nuova normativa che consente un recupero, tramite credito di imposta, fino al 50% delle spese sostenute per la ricerca e sviluppo.

Si tratta di un credito di imposta calcolato sull’incremento degli investimenti in ricerca e sviluppo rispetto alla media degli stessi investimenti realizzati nel triennio 2012-2013-2014.

La finanziaria 2017 ha incrementato il credito di imposta al 50% per tutte le categorie a partire dalle spese sostenute nel 2017.

Fino al 31/12/16 le quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio, il personale non altamente qualificato, le competenze tecniche e le privative industriali godono di un credito di imposta limitato al 25%.

bonus ricercaBENEFICIARI

  • Imprese di qualsiasi dimensione (sia PMI che Grandi Imprese)
  • Consorzi e Reti di Impresa (con personalità giuridica)
  • Enti non commerciali
  • Imprese agricole

AGEVOLAZIONE
L’agevolazione consiste in un credito di imposta del 50%, compensabile anche con altri tributi per:

  • Personale qualificato – anche liberi professionisti – con laurea magistrale in discipline di ambito tecnico o scientifico, dottorato di ricerca,iscrizione a un ciclo di dottorato
  • Compensi amministratori qualificati per la quota parte relativa all’attività di ricerca e sviluppo
  • Contratti di ricerca stipulati con Università, Organismi di Ricerca ed organismi equiparati e con altre imprese, comprese le start up innovative.
  • Competenze tecniche e privative industriali acquisite da fonti esterne
  • Personale di comprovata esperienza anche se non altamente qualificato
  • Quote di ammortamento delle spese di acquisizione o utilizzazione di strumenti ed attrezzature di laboratorio

Il credito di imposta è del 100% fino a 5’000 euro per spese di certificazione dei costi si ricerca e sviluppo

INTERVENTI AGEVOLABILI

  • Lavori sperimentali o teorici
  • Ricerca Pianificata o indagini critiche
  • Acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacita esistenti
  • Produzione e collaudo di prodotti, processi e servizi

Non sono ammissibili le modifiche ordinarie e periodiche apportate a prodotti, linee di produzione, processi di fabbricazione, servizi esistenti e altre operazioni in corso, anche se
queste rappresentano dei miglioramenti.

Le spese considerate sono quelle incrementali rispetto alla media dei tre anni precedenti rispetto a quello in corso al 31/12/15

LIMITI

  • Spesa per attività di Ricerca e sviluppo minima 30’000 euro
  • Credito di imposta massimo annuale 20’000’000 euro per azienda (importo incrementato dalla finanziaria 2017 – fino al 2016 il limite era di 5’000’000 di euro)

– NUOVA SABATINI
E’ stata riattivata la Nuova Sabatini con un rifinanziamento di 560 miloni di euro e con la proroga della scadenza al 31/12/2018 per acquisti di beni strumentali.

Questa agevolazione permette un contributo in conto interessi fino al 2,75% per finanziamenti o leasing.

sabatiniBENEFICIARI
Piccole e Medie Imprese (PMI)
(esclusioni: industria carboniera, attività finanziarie e assicurative, fabbricazione di prodotti di imitazione o di sostituzione del latte o dei prodotti lattierocaseari)

AGEVOLAZIONE
Contributo in conto interessi fino al 2,75% riferiti a finanziamenti o leasing da istituti convenzionati con la Cassa Depositi e Prestiti di importo tra i 20’000 € e i 2’000’000 € per ciascuna impresa.

Il finanziamento può essere assistito fino all’80% dal Fondo di Garanzia

INTERVENTI AGEVOLABILI
Investimenti finalizzati :

  • alla creazione di una nuova attività produttiva;
  • all’ampliamento di una unità produttiva
  • alla diversificazione della produzione in uno stabilimento;
  • al cambiamento fondamentale del processo di produzione in uno stabilimento esistente.

SPESE AMMISSIBILI

  • macchinari
  • impianti
  • beni strumentali
  • attrezzature
  • hardware, software e tecnologie digitali.

SPESE NON AMMISSIBILI

  • spese per terreni e fabbricati (incluse le spese per opere murarie)
  • impianti eolici
  • i beni già consegnati “in prova” o “conto visione” presso l’acquirente
  • impianto elettrico ed idraulico, non avendo una propria autonoma funzionalità, ovvero non sono separabili dal bene stesso, e sono iscrivibili come adattamento locali tra “altre immobilizzazioni immateriali”
  • immobilizzazioni in corso e acconti
  • commesse interne
  • macchinari, impianti e attrezzature usati
  • scorte

A partire dal 2017, per gli acquisti finalizzati alla digitalizzazione in ottica industria 4.0 è prevista una maggiorazione del 30% dell’incentivo con una riserva pari al 20% delle risorse complessivamente stanziate dalla legge di bilancio 2017

SCADENZA
31/12/18 o ad esaurimento dei fondi

DURATA
Durata massima del finanziamento: 5 anni

Da notare che, alle attuali condizioni del mercato dei tassi, il contributo del 2,75% comporta nella maggior parte dei casi un tasso effettivo di finanziamento negativo, costituendo un vero e proprio contributo in conto capitale!

– Si consulti: Ecco perché il 2017 può essere l’anno d’oro per gli investimenti delle imprese – Ilsole24ore.com – link all’articolo

– CUMULABILITA’ TRA INCENTIVI

A queste notevoli opportunità si aggiunge il fatto che esistono diverse casistiche secondo cui tali agevolazioni possono cumularsi tra di loro e/o con altre agevolazioni/incentivi già in essere.

A titolo di esempi, ecco alcune possibili combinazioni:

  • Super/Iperammortamento + Legge Sabatini (esempio: illuminazione LED)
  • Super/iperammortamento + TEE Certificati Bianchi (esempio: impianto fotovoltaico)
  • Super/iperammortamento + Detrazione Fiscale 65% (esempio: pompe di calore)

– Si consulti: Fotovoltaico in un’impresa: ecco l’incentivo(i) che non ti aspetti – Build Energy News – link all’articolo

Per approfondire: Legge di Bilancio 2017 (11 dicembre 2016, n. 232) - gazzettaufficiale.it

Se questo articolo ti ha interessato iscriviti al nostro sito per ricevere automaticamente ogni nostra pubblicazione (in alto a destra all’interno dell’articolo); ti verrà richiesto solamente il tuo indirizzo e-mail!

contributi

giflogocolorlarge1Cristiano Venturi
Build Energy

c.venturi.buildenergygroup@gmail.com

 

Annunci

Un pensiero su “Le agevolazioni 2017 per l’Efficientamento Energetico nelle PMI. E la cumulabilità tra alcune di loro!

  1. Pingback: Benefici energetici ed illuminotecnici per l’efficientamento a LED di questa azienda | Build Energy News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...