INTERVENTO INTEGRATO PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI UN EDIFICIO

L’INIZIATIVA

Il caso qui rappresentato riguarda un intervento integrato costituito da:

  1. isolamento termico con cappotto interno
  2. installazione del sistema di distribuzione del calore e del raffrescamento con pannelli radianti a soffitto
  3. installazione di una pompa di calore idronica
  4. abbinamento della pompa di calore con una caldaia a legna pre-esistente
  5. dismissione della caldaia a gas esistente

L’intervento è stato eseguito su di una casa di due piani di 240mq della provincia di Bologna (comune di Medicina), composta da due unità immobiliari.

ISOLAMENTO A CAPPOTTO INTERNO

L’isolamento termico è stato realizzato con materiale particolarmente preformante riguardo il rapporto performance di isolamento/spessore
Alcune caratteristiche dei materiali utilizzati:

  • pannello isolante nanotecnologico in Aerogel accoppiato a una membrana idrorepellente e traspirante in polipropilene armato con fibra di vetro
  • spessore di 10 mm – e una conducibilità termica pari a 0,015 W/mK
  • minima conduttività termica, flessibilità e resistenza alla compressione, idrofobicità e notevole facilità di posa
  • i pannelli utilizzati hanno spessore nominale di mm 10, ma ve ne sono in commercio anche aventi spessore di 20 mm, 30 mm, 40 mm

DISTRIBUZIONE CON PANNELLI RADIANTI A SOFFITTO

Sono stati installati pannelli radianti a soffitto, alcune caratteristiche:

  • pannelli prefabbricati a bassa inerzia termica in cartongesso e fibrogesso
  • pannelli ignifughi, additivati con fibre di vetro, cartongesso + isolamento in polistirene espanso EPS 200 e circuito a chiocciola con tubazione PE-XC con barriera all’ossigeno

I principali vantaggi del riscaldamento radiante a soffitto:

  • basse temperature di mandata in riscaldamento e maggior efficienza della pompa di calore rispetto al riscaldamento con termosifoni
  • funzionamento anche in raffrescamento, maggior confort rispetto a climatizzazione ad aria
  • maggiore efficienza (minori consumi) rispetto al riscaldamento e al raffrescamento radiante a pavimento
  • minore inerzia termica: minor tempo per il raggiungimento delle temperature ambienti desiderate

POMPA DI CALORE IDRONICA

E’ stata installata una pompa di calore idronica e contestualmente un impianto di deumidificazione dell’aria (necessario per il funzionamento in raffrescamento); alcune caratteristiche:

  • pdc Daikin Bi-Bloc di potenza 6kW per ogni unità immobiliare
  • costituita da pompa di calore ed accumulo di acqua in acciaio inox
  • per riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria (ACS)
  • modello ad unità compatta adatto all’installazione in spazi ridotti
  • tecnologia inverter e gas R32
  • temperature di mandata fino a 55°C
  • SCOP da 4,74 a 2,8, a seconda delle temperature ambientali esterne

I vantaggi della pdc

ABBINAMENTO ALLA CALDAIA A LEGNA ESISTENTE

L’installazione della pompa di calore, divenuto il generatore principale, è avvenuta ad integrazione in una centrale termica in cui in precedenza il generatore principale era costituito da una caldaia a legna.
La caldaia a legna era stata installata a scopo di risparmio economico; la scelta di installare successivamente una pompa di calore è stata dettata dalla volontà da parte del committente di ridurre/eliminare in prospettiva l’impegnativa gestione che tale impianto comportava.
Infine, la finalità conclusiva sarà quella dell’eliminazione della fornitura di gas metano, una volta installata le cucine a funzionamento completamente elettrico

IMPIANTO FOTOVOLTAICO

L’edificio era già dotato di un impianto fotovoltaico da 8kWp installato nel 2014; l’autoproduzione di energia elettrica permette quindi l’utilizzo di tale energia anche per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzuone di ACS
L’immobile oggi, oltre ad avere visto un raggiungimento della classe energetica di livello A2, è quindi definibile come edificio ad energia quasi zero (NZEB), autoproducendo su base annua quasi tutta l’energia consumata!
Naturalmente, l’intero intervento ha goduto dell’incentivazione data dalla detrazione fiscale del 65% (Risparmio Energetico)


Se questo articolo ti ha interessato iscriviti al nostro sito (in alto a destra all’interno dell’articolo) per ricevere automaticamente ogni nostra pubblicazione; ti verrà richiesto solamente il tuo indirizzo e-mail!


BuildEnergyCristiano Venturi
Build Energy

c.venturi@buildenergygroup.com

 


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...